Richiedi un preventivo Richiedi un preventivo
Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
Età bambino 1
Camere

Senigallia e dintorni

A volte non occorre andare lontano per scoprire La grande bellezza


Città di mare

Città di mare Senigallia è una delle più belle e accoglienti città della Riviera Adriatica, conosciuta anche come la Spiaggia di Velluto per la morbida sabbia, dorata e finissima, dei suoi tredici chilometri di costa e per la qualità del suo mare pulito e a basso fondale. Sono ormai 18 anni che Senigallia è "Bandiera Blu" d'Europa.
Il simbolo di Senigallia è la Rotonda a Mare che fu inaugurata il 18 luglio 1933 e divenne ben presto un famoso luogo di mondanità e di intrattenimento musicale. Gli anni '50 e '60 furono la stagione d'oro della Rotonda a Mare di Senigallia, dove si esibirono le più famose stelle della musica leggera italiana, e che rivivono oggi il loro fulgore con il Summer Jamboree e il Caterraduno.


Città di storia e di cultura

Città di storia e di cultura Nel suo centro storico, molto ben conservato, c’è Piazza del Duca con la Rocca Roveresca, testimonianza dell'appartenenza al Ducato di Urbino, e dove Cesare Borgia, il Valentino, compì la celebre strage dei suoi nemici descritta da Niccolò Machiavelli ne "Il Principe", il Palazzetto Baviera e il Palazzo del Duca. Affacciato sul fiume Misa che attraversa la città si incontra il caratteristico Foro Annonario dove ancora oggi si svolge il mercato del pesce e delle erbe e dove si tengono anche gli spettacoli delle due più importanti Manifestazioni di Senigallia: il Summer Jamboree ad agosto e il Caterraduno a giugno che ogni anno richiamano migliaia di visitatori e di fans da tutto il mondo.
Proseguendo, si può passeggiare sotto i Portici Ercolani sede dell'antica fiera franca, la ben nota Fiera della Maddalena, conosciuta come la "Fiera di Senigallia", che fra la metà del 1600 e la fine del 1700 raggiunse la massima espansione diventando una delle più importanti fiere d'Europa, tanto che Carlo Goldoni nel 1760 intitolò una sua commedia per musica "La fiera di Senigallia".
A Senigallia la storia e la cultura si snodano dalla casa natale di Papa Pio IX, alla piccola ma bellissima Chiesa della Croce in stile barocco, con la pala d'altare dipinta da Federico Barocci che rappresenta la Deposizione di Cristo, alla Chiesa di San Martino con la bellissima Visita a Sant'Anna del Guercino, al Convento delle Grazie la cui Chiesa conserva la Madonna e Santi del Perugino, al Museo di Storia della Mezzadria e al Museo di Arte moderna e dell'Informazione con un'importante raccolta fotografica di Mario Giacomelli.


Città di dolci colline, borghi e castelli

Senigallia ha un entroterra veramente ricco di luoghi suggestivi e interessanti tutti da scoprire, anche per un tour su due ruote, in moto o in bicicletta. Nel raggio di poche decine di chilometri si possono visitare:

  • Trecastelli

    il paese dei mestieri, dove si preservano ancora le antiche tradizioni dell'artigianato.
  • Ostra

    con il suo centro storico molto ben conservato e che si è affermata nel restauro del mobile antico e dove ogni anno si svolge ad agosto la Mostra Mercato Nazionale dell'Antiquariato e dell'Artigianato.
  • Morro d'Alba

    sede del Museo Utensilia della Cultura Mezzadrile e famosa soprattutto per la produzione del vino rosso DOC Lacrima di Morro d'Alba.
  • Corinaldo

    antico borgo medioevale celebre per la sua cinta muraria trecentesca tra le più spettacolari delle Marche, considerato uno dei Borghi più belli d'Italia e città natale di Santa Maria Goretti. Ogni anno a luglio si festeggia la celebre Contesa del Pozzo della Polenta.
  • Mondavio

    con la sua Rocca Roveresca celebra ogni estate ad agosto la rievocazione storica della Caccia al Cinghiale con il Banchetto rinascimentale.
  • Castelleone di Suasa

    ospita a valle il Parco Archeologico dell'antica città romana di Suasa con i suoi mosaici.
  • Serra de' Conti

    conserva un prezioso e unico Museo delle Arti Monastiche.
  • Jesi

    che diede i natali a Federico II di Svevia e al musicista G.B. Pergolesi, ha un centro storico che merita senz’altro una visita, con i suoi quartieri medioevali, palazzi gentilizi e splendide chiese.
  • Osimo

    oltre ad avere un passato ricco di storia che si rispecchia nei bellissimi ed imponenti palazzi e chiese del suo centro storico, ha una città sotterranea tutta da scoprire con le sue grotte e i suoi cunicoli scavati a mano nell'arenaria che creano un’atmosfera molto particolare e speciale.
  • Montecarotto

    è centro di produzione del famoso vino bianco Verdicchio, celebrato ogni anno a luglio con la Festa del Verdicchio.
  • Arcevia

    da cui si gode un suggestivo panorama montuoso, è posta su uno sperone roccioso che domina l'alta valle del fiume Misa ed è un borgo di grande bellezza, noto anche per i nove "Castelli di Roccacontrada" siti nei dintorni, tra cui i pittoreschi borghi fortificati di Palazzo, Piticchio, Loretello, Nidastore e Avacelli.
  • Serra San Quirico

    è una città costruita su un costone di roccia, con un centro storico perfettamente conservato, dove si trovano l’antica abbazia di Sant'Elena e la Chiesa di Santa Lucia, ed è sede operativa del Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.
  • Genga

    è anch'essa immersa nel Parco ed è nota per l’abbazia romanica di San Vittore delle Chiuse e le famosissime Grotte di Frasassi, un ambiente carsico di straordinaria bellezza tra i più conosciuti in Europa.
  • Sassoferrato

    è il luogo nei cui pressi si può visitare la città romana di Sentinum, divenuta Parco Archeologico Regionale, e la Rocca di Albornoz del 1365. E’ composta da una parte alta, denominata Castello, e da una inferiore, detta Borgo, caratteristica delle città di origine medioevale.
  • Fabriano

    è la patria di Gentile da Fabriano ed ospita il celebre Museo della Carta e della Filigrana in cui è possibile vedere come si realizzava a mano un tempo la carta.

Altri deliziosi paesini che meritano di essere visitati sono Cupramontana la capitale del Verdicchio, assieme a Matelica, Monteroberto, Maiolati Spontini e Castelbellino.

Oggi finisce il nostro periodo, di soggiorno durato 10 giorni.Una permanenza in una struttura molto accogliente, con personale disponibile da Alessandro l'assistente di sala che ci ha seguito, a Gabriele il cuoco, che ha sempre assecondato tutte le nostre richieste, compresa la torta a sorpresa x il compleanno di mia moglie. Alle signore che puntualmente hanno risistemato le nostre camere, e non ultime le proprietarie Signora M. Teresa e Silvia...Una struttura pulita, ordinata e consigliatissimo x famiglie con bambini
Davide Il 09-07-2014 alle 14:34
"L'estate sta finendo e un (altro) anno (passato al Tritone) se ne va". Parafrasando i grandi Righeira anche quest'anno, con la famiglia, abbiamo passato una settimana di ferie a Senigallia presso l'Hotel Tritone. Beh dopo sette anni di continuata e ininterrotta frequenza possiamo dire di avere eletto questo ottimo albergo a "nostra" casa al mare. Sì perchè è così che ci sentiamo ogni volta, a casa, e questo grazie e soprattutto alla famiglia che ormai da secoli (vero Maria Teresa?) gestisce la struttura, che con il personale è capace di metterti immediatamente a tuo agio per farti passare un'ottima vacanza. Non si preoccupi Silvia, non dimentico di elogiare le camere, spaziose e sempre pulite, l'ottima e variegata cucina (e io vista la stazza sono un intenditore), le sontuose colazioni che augurano agli ospiti il buongiorno. E poi la spiaggia proprio di fronte all'Hotel, le tessere per il bus offerte dalla direzione, le rinnovate bici a disposizione dei clienti ( a pedalare però dovete pensarci voi). Ora basta che sembra che mi paghi l'agenzia per il turismo di Senigallia. Scherzi a parte ottimo Hotel e grandi persone (ormai li consideriamo degli amici) a gestire, sono garanzia per la vacanza ideale. Consiglio di provarlo, non ve ne pentirete.
FerraniaSV Il 29-10-2014 alle 16:59
“Ho visto La Madonnina” Quest'anno in vacanza, come di consueto, a Senigallia con la famiglia, abbiamo avuto l'occasione di pernottare presso la Country House La Madonnina, gestita dalla stessa proprietà dell'Hotel Tritone abituale nostra meta per le ferie. Che piacevole scoperta, un tipico casale rurale delle campagne marchigiane, ristrutturato e adibito a ricezione, con un numero limitato di camere munite di ogni confort e arredate con gusto. Ma quello che colpisce veramente è il luogo in cui è immersa la struttura, un "mare" verde di spettacolare natura con scorci panoramici mozzafiato soprattutto al mattino e al tramonto. È incredibile come a pochi chilometri dal lungomare (quello azzurro si intende) possa esistere questo luogo di pace e tranqullità. Provate a sedervi sotto l'ampio porticato posto sul fronte principale della casa e poi mi racconterete. A proposito pranzo e cena si fanno in albergo a Senigallia, ma vi assicuro che vi verrà voglia di mangiare dei panini pur di non lasciare la poltrona sotto la tettoria. Ha soggiornato in Agosto 2014, viaggiato con la famiglia
FerraniaSV Il 21-11-2014 alle 18:03
News
guarda le news