Richiedi un preventivo Richiedi un preventivo
Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
Età bambino 1
Camere

Vincisgrassi al ragù Maceratese

Vincisgrassi al ragù Maceratese

Come rappresentante della regione Marche questo mese?

Abbiamo scelto per Voi la ricetta dei vincisgrassi al ragù maceratese

Ingredienti per 6 persone

Per la Pasta:

  • 600 gr. farina 00
  • 5 uova
  • Sale q.b.

Per il Ragù:

  • 200 gr. spezzatino magro di manzo
  • 200 gr. spezzatino magro di maiale
  • 200 gr. rigaglie di pollo
  • 70 gr. pancetta di maiale
  • 2 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • un bicchiere vino bianco
  • 1 lt. passata di pomodoro
  • 1 lt. latte | una noce burro
  • parmigiano grattugiato
  • sale e olio evo

Per la sfoglia: disporre 500 grammi di farina a fontana con le uova al centro e il sale. Impastare bene fino ad ottenere una sfoglia compatta che bisogna stendere molto sottile.

Tagliare delle larghe lasagne della grandezza di circa 10x15 cm, lessarle un po’ alla volta in abbondante acqua salata. A metà cottura scolarle, passarle in acqua fredda e adagiarle ad asciugare su un canovaccio.

Per il ragù: in un capace tegame mettere un po’ d’olio, una noce di burro, cipolla, carota, sedano e pancetta ben tritati, e fare soffriggere. Quando la cipolla è dorata aggiungere la carne macinata e le rigaglie, ben pulite e tagliate a pezzettini, e fare proseguire il soffritto. Versare la passata di pomodoro, aggiungere sale e far cuocere per almeno un'ora per far restringere il pomodoro.

Per la besciamella: versare in un tegame un litro di latte, una noce di burro, sale, 100 grammi di farina 00, un pizzico di noce moscata e far bollire, mescolando, sin quando il latte non si restringe.

Imburrare una teglia rettangolare dal bordo basso, disporvi uno strato di pasta, distribuirvi la salsa di carne precedentemente preparata, la besciamella e imbiancare con parmigiano reggiano.Disporre un successivo strato di pasta sfoglia e ripetere l'operazione fino a che non avrete terminato gli ingredienti facendo attenzione a non superare l'orlo della teglia in quanto durante la cottura il sugo può fuoriuscire (5 strati sono l'ideale).

Disporre sull'ultimo strato di pasta delle foglie di burro, poi porre la teglia in forno preriscaldato a 180 - 200 °C e lasciare cuocere per circa 20 - 25 minuti.

I vincisgrassi adesso, si cucinano come una lasagna con ragù di carni miste e besciamella. Riguardo al ragù ci sono almeno due scuole di pensiero. Una ricetta prevede l’uso di un battuto di pancetta e di prosciutto grasso ben rosolati nel coccio, poi un trito di cipolla, aglio, sedano, carota che dovranno appassire lentamente con aggiunta di piccole spruzzate di vino bianco secco e delle rigaglie di un pollo. Un altra invece prevede l’uso della carne macinata e anche animelle, cervella e fegato di pollo.

> Torna alle ricette
Oggi finisce il nostro periodo, di soggiorno durato 10 giorni.Una permanenza in una struttura molto accogliente, con personale disponibile da Alessandro l'assistente di sala che ci ha seguito, a Gabriele il cuoco, che ha sempre assecondato tutte le nostre richieste, compresa la torta a sorpresa x il compleanno di mia moglie. Alle signore che puntualmente hanno risistemato le nostre camere, e non ultime le proprietarie Signora M. Teresa e Silvia...Una struttura pulita, ordinata e consigliatissimo x famiglie con bambini
Davide Il 09-07-2014 alle 14:34
"L'estate sta finendo e un (altro) anno (passato al Tritone) se ne va". Parafrasando i grandi Righeira anche quest'anno, con la famiglia, abbiamo passato una settimana di ferie a Senigallia presso l'Hotel Tritone. Beh dopo sette anni di continuata e ininterrotta frequenza possiamo dire di avere eletto questo ottimo albergo a "nostra" casa al mare. Sì perchè è così che ci sentiamo ogni volta, a casa, e questo grazie e soprattutto alla famiglia che ormai da secoli (vero Maria Teresa?) gestisce la struttura, che con il personale è capace di metterti immediatamente a tuo agio per farti passare un'ottima vacanza. Non si preoccupi Silvia, non dimentico di elogiare le camere, spaziose e sempre pulite, l'ottima e variegata cucina (e io vista la stazza sono un intenditore), le sontuose colazioni che augurano agli ospiti il buongiorno. E poi la spiaggia proprio di fronte all'Hotel, le tessere per il bus offerte dalla direzione, le rinnovate bici a disposizione dei clienti ( a pedalare però dovete pensarci voi). Ora basta che sembra che mi paghi l'agenzia per il turismo di Senigallia. Scherzi a parte ottimo Hotel e grandi persone (ormai li consideriamo degli amici) a gestire, sono garanzia per la vacanza ideale. Consiglio di provarlo, non ve ne pentirete.
FerraniaSV Il 29-10-2014 alle 16:59
“Ho visto La Madonnina” Quest'anno in vacanza, come di consueto, a Senigallia con la famiglia, abbiamo avuto l'occasione di pernottare presso la Country House La Madonnina, gestita dalla stessa proprietà dell'Hotel Tritone abituale nostra meta per le ferie. Che piacevole scoperta, un tipico casale rurale delle campagne marchigiane, ristrutturato e adibito a ricezione, con un numero limitato di camere munite di ogni confort e arredate con gusto. Ma quello che colpisce veramente è il luogo in cui è immersa la struttura, un "mare" verde di spettacolare natura con scorci panoramici mozzafiato soprattutto al mattino e al tramonto. È incredibile come a pochi chilometri dal lungomare (quello azzurro si intende) possa esistere questo luogo di pace e tranqullità. Provate a sedervi sotto l'ampio porticato posto sul fronte principale della casa e poi mi racconterete. A proposito pranzo e cena si fanno in albergo a Senigallia, ma vi assicuro che vi verrà voglia di mangiare dei panini pur di non lasciare la poltrona sotto la tettoria. Ha soggiornato in Agosto 2014, viaggiato con la famiglia
FerraniaSV Il 21-11-2014 alle 18:03
News
guarda le news